Farmaci per emorroidi interne

emorroidi-farmaci-da-utilizzare

Le emorroidi sono dei cuscinetti vascolarizzati posti nell’ano, contribuiscono al mantenimento della continenza gonfiandosi e sgonfiandosi a seconda dei casi, per cui la loro presenza è una cosa naturale.

Questi cuscinetti solitamente non vengono percepiti dalla persona, ma se si dilatano in modo eccessivo possono portare a notevoli disturbi e possono provocare una malattia emorroidaria.

Questa malattia ha diversi tipi di gravità, le vene emorroidali si possono dilatare eccessivamente portando varie conseguenze tra cui dolore, sanguinamento, fastidio fino al prolasso.

Solitamente si tende a generalizzare parlando di emorroidi interne ed esterne, le prime, si trovano nell’ano e possono essere viste solo con un esame anoscopico, mentre le seconde sono delle protrusioni che sporgono al di fuori della loro sede, il dolore di entrambe è dovuto all’irritazione delle stesse che si prova per via del gonfiore e del prolasso.

Le emorroidi, a seconda della loro gravità, si distinguono in quattro tipologie: le emorroidi di I grado, che sono per lo più quelle interne, di cui non ci si accorge a meno che non vi sia sanguinamento, in questo caso non vi è alcun prolasso e non si prova quasi mai dolore.

Le emorroidi di II grado sono interne, ma al momento della defecazione escono e procurano sanguinamento e fastidio.  Questi due gradi non sono gravi e solitamente possono essere trattati con rimedi naturali ma anche con uno stile di vita più adeguato per prevenire il problema.

Importante è l’alimentazione che deve essere corretta ed equilibrata, bisogna evitare l’uso spezie e cibi piccanti, inoltre, è fondamentale mantenere una buona igiene anale e genitale per evitare la proliferazione delle infezioni.

 Per ciò riguarda i farmaci per le emorroidi interne è possibile utilizzare sia quelli per via orale che una pomata a livello locale per alleviare fastidio e dolore.

I farmaci ad uso locale agiscono sui sintomi cercando di diminuire bruciore, dolore, fastidio, prurito e sanguinamento, contengono cortisone con anestetico locale. Tra i più famosi ci sono: : Proctolin, Emorril, Prepacort, Doloproct, Ultraproct, Procosedyl e Proctosoll.

In commercio troviamo anche una crema che si chiama Antrolin e che contiene nifedipina, molto efficace ma che ha bisogno di prescrizione medica.

Per quanto riguarda i farmaci per uso orale, sono presenti soluzioni in compresse o bustine, quelli senza ricetta medica sono il Venoruton e il Tegens, mentre quelli che hanno bisogno di prescrizione sono il Daflon, Arvenum, Doven, Alven., farmaci che hanno come azione quella di proteggere i capillari.

Infine, non dimentichiamo di citare gli altri due gradi della malattia delle emorroidi, ovvero il III e il IV grado, situazioni più serie che tendono a provocare il prolasso, in questi casi c’è bisogno di in intervento tempestivo da parte di un medico o di un chirurgo.

In ogni caso, alla prima comparsa dei sintomi tipici dell’infiammazione delle emorroidi è bene recarsi dal proprio medico di fiducia che valuterà la situazione e deciderà il tipo di terapia da attuare a seconda del livello di gravità del problema.